Acquamarina: proprietà, combinazioni e usi in cristalloterapia

In cristalloterapia la pietra acquamarina è importantissima. La usate sul chakra della gola per armonizzarlo, per intervenire su forti stati ansiosi ma anche per aumentare la consapevolezza. Questa varietà di berillo è nota in gioielleria e viene usata infatti per realizzare anelli, collane, ciondoli, bracciali e orecchini. Le proprietà che possiede sono numerose e gli usi che ne potete fare non sono da meno.

Mi piace usarla soprattutto sotto il profilo emotivo come pietra. Con lei posso lavorare bene sulle emozioni. Un consiglio che vi do è di fare attenzione a dove la comprate, purtroppo è molto facile cadere nel tranello delle imitazioni visto il suo costo elevato.

Proprietà dell’acquamarina in cristalloterapia

Su tutti e quattro i piani dell’essere l’acquamarina svolge uno straordinario effetto calmante e purificante. E’ considerata la pietra della verità e della fiducia, per questo motivo è donata ai novelli sposi. Non solo, è simbolo di giovinezza e di felicità. Potete usarlo in divinazione come se fosse uno specchio. E’ capace di riflettere i significati nascosti delle cose e i segreti dell’anima. E’ stata considerata una pietra sacra per i guaritori, gli sciamani e i mistici.

Essendo una pietra sacra al mare, usatela quando dovete fare viaggi via mare oppure tratte in aereo dove è previsto il passaggio sopra il mare. Regalatela a vostro figlio se sta imparando adesso a nuotare.

Corpo

Indossatela come collana se volete lavorare sulle vie respiratorie, in particolar modo i polmoni. In cristalloterapia talvolta viene usata proprio in quei casi di tosse frequente, raffreddore, bronchite e allergie. Si dice che protegge dalle infezioni della gola e armonizza gli ormoni tiroidei. Tra i molti benefici a livello fisico troviamo quelli di ridurre i problemi di denti, gengivite e pelle. Usata contro la psoriasi, gli eczemi, l’orticaria e la rosacea. Potete anche posizionare l’acquamarina sugli occhi stanchi per circa 20 minuti, in modo da ridurre il senso di stanchezza.

Mente

Dovete affrontare un’interrogazione, parlare in pubblico e rispondere a delle domande, trovare da soli delle risposte… è lo stesso. L’acquamarina lavora sul piano mentale, velocizza i processi del ragionamento per trovare rapidamente la soluzione a ogni interrogativo. Il mio consiglio è quello di sfruttare le vibrazioni positive dell’acquamarina per accelerare anche i processi di apprendimento. Non tanto da un punto di vista scolastico (anche se può supportarvi pure in questo campo), quanto piuttosto nell’ottica della conoscenza di voi stessi. Promuove anche la disciplina, la forza di volontà necessaria per mantenere sempre ben chiaro l’obiettivo.

Ispira positivamente se volete essere più moderati e responsabili, ma anche gentili e meno aggressivi nel dare opinioni. Capita a tutti di lasciarsi andare al giudizio facile, questo è vero. Allo stesso tempo però non ci piace essere giudicati dagli altri magari per un errore. Con l’acquamarina potete indossare per un attimo le scarpe dell’altro e riflettere prima di esprimere sentenza. Vi accorgerete che non è affatto necessario e che in fin dei conti non conoscete davvero la situazione.

Usatela quando volete riflettere su situazioni conflittuali. E’ conosciuta come la pietra della giustizia, chiarisce e consente di ragionare in modo lucido, così da risolvere le dispute senza problemi.

Spirito

Lavorateci sul chakra della gola, per ottenere una comunicazione sincera. Sbloccandolo poi, potete intervenire sul benessere di tutti quanti i chakra. Imparate a lasciar andare liberamente la creatività. Rafforza la vostra vitalità, promuovete alcune capacità come per esempio l’intuito. Io vi consiglio di utilizzarla se ultimamente vi sentite in uno stato di torpore emotivo. Non sapete comunicare ciò che provate, le giornate scorrono via in modo troppo veloce, non sapete godervi il momento con le persone che amate.

Si tratta di una pietra molto utile sotto il profilo spirituale. Veniva usato dai guaritori per intervenire sul piano energetico. Indossatela per aumentare la vostra tolleranza e per armonizzarvi con la natura. Il periodo perfetto per usarlo è quello della luna crescente se intendete prevedere gli eventi futuri e comprendere i misteri.

Emozioni

Un amuleto prezioso se volete lavorare sulle vostre emozioni. Vi consiglio di indossare l’acquamarina se vi siete resi conto di avere qualche problema a lasciarvi andare con le persone, a confessare i vostri sentimenti. Sblocca anche le emozioni contrastanti, vi aiuta a superare la paura di parlare in pubblico se la utilizzate come ciondolo all’altezza del chakra della gola. Oltre a sbloccarvi e aiutarvi a parlare in modo fluido, vi aiuta anche a mantenere la calma e la consapevolezza necessaria per parlare concretamente, senza rabbia, pure nelle situazioni più difficili.

I cristalloterapeuti la usano spesso per la pulizia del corpo emozionale e portare a galla i traumi emotivi. Vi permette di capire come mai si affacciano nella vostra mente alcuni pensieri in modo frequente, se siete vittime di alcuni tranelli dell’ego, come per esempio la tendenza a manipolare gli altri, sentirvi vittime delle circostanze e delle persone… riconoscere questi schemi è molto importante perché è il primo passo che dovete compiere per liberarvene.

Con l’acquamarina potete superare anche le paure e i traumi del passato, in particolar modo gli abusi siano essi fisici o emotivi. Potete regalarla anche a un bambino per questi stessi motivi ma anche per non aver paura dell’ignoto. Se siete genitori, indossatela per migliorare voi stessi ed evitare di riversare le vostre ansie sui bambini.

Varietà di acquamarina in commercio

L’acquamarina è una variante del berillo. A sua volta però, in base al luogo di estrazione, può essere ulteriormente suddivisa. Alcune di queste bellissime pietre infatti hanno un valore commerciale più alto di altre. In cristalloterapia invece non ci sono particolari differenze. Vi propongo questo paragrafo solo per curiosità.

Una delle varietà più rare e belle è l’acquamarina Santa Maria. Viene estratta in Brasile ed è caratterizzata da un azzurro molto intenso. Sempre dal Brasile ma di un colore brillante abbiamo l’Acquamarina Santa Teresa. Se la vogliamo di un bel blu pastello e di alta qualità, c’è l’Acquamarina di Sao Domingo. Con l’Acquamarina Boca-Rica si hanno delle belle sfumature verdi. Infine, l’Acquamarina occhio di gatto hanno inclusioni aghiformi che rendono la pietra simile all’occhio di un gatto.

Come si usa l’acquamarina

La pietra burattata volendo può essere utilizzata anche per la realizzazione di elisir. Ricordatevi che dovete tenerla a contatto con la pelle e che, se avete tra le mani un’acquamarina lavorata termicamente, non va bene da usare in cristalloterapia.

  • Indossarla: l’ideale è usarla come ciondolo vicino al collo se volete migliorare la comunicazione, oppure come orecchini per il contatto con il Sé Interiore.
  • Posizionarla: sopra gli occhi per combattere la stanchezza oculare.
  • Meditarci: è adatta alla meditazione proprio per la grande calma che infonde. Potete usarla se per esempio volete entrare in comunione con la Natura, con l’Universo o semplicemente lavorare sugli obiettivi da raggiungere.
  • Dormirci: di aiuto se soffrite di sonno discontinuo. Mettetela in un sacchettino di fibre naturali e posizionatela sul comodino vicino al letto.
  • Muoverla: nel campo emozionale se volete intervenire su questo strato dell’aura.

Come pulirla

Basta metterla sotto l’acqua corrente per un paio di minuti per lavarla. Non fatela entrare a contatto con sostanze corrosive o chimiche, come i detersivi che usate per pulire la casa.

Combinazioni con altre pietre

L’acquamarina proprio come l’agata muschiata e il lapislazzuli porta la calma nelle vostre vite. Come l’ametista invece, porta la consapevolezza.

Benefici in pillole

  • Porta a galla i traumi emotivi e vi permette di lavorarci su
  • Utile per la pulizia del campo emozionale
  • Per superare i pensieri ossessivi, la tendenza al vittimismo e a manipolare gli altri
  • A livello fisico per i problemi di respirazione, polmoni, bronchi… utile per le allergie
  • Vi insegna a lasciarvi andare
  • Tenere sotto controllo l’ansia
  • Vi rende più concreti e consapevoli
  • Riduce l’aggressività
  • Aumenta la forza di volontà

Leggende, credenze e storia dell’acquamarina

Nell’Antica Roma l’acquamarina era considerata la pietra protettrice dei pescatori e l’amuleto che portava fortuna nella pesca. Anche i marinai la usavano per proteggersi e ritenevano fosse il tesoro delle sirene. Sempre a Roma veniva usata dai medici per trattare i problemi digestivi, soprattutto quelli legati all’aver mangiato troppo. Considerata una pietra capace di purificare non erano pochi i calici realizzati in acquamarina dagli artigiani romani. Tra le altre credenze legate all’acquamarina troviamo quelle di: contrastare le forze oscure, sconfiggere la stupidità, curare i problemi del fegato.

Alcune perline di acquamarina furono trovate nelle fosse di mummie egiziane, perciò è molto probabile che le attribuissero un qualche potere. Era sacra alla dea cinese della misericordia, Kuan-Yin. La più amata tra le divinità cinesi perché protegge, donne, bambini e sfortunati.

Un po’ di mineralogia

L’acquamarina è tra le pietre preziose più utilizzate in gioielleria. Il suo bel colore azzurro acqua, delle volte caratterizzato da tonalità verdastre, è particolarmente apprezzato e dipende dalla presenza di titanio o ferro. Da un punto di vista strettamente mineralogico è importante sapere che è una variante del minerale berillo. Ha una durezza di circa 7,5 – 8 e ha un sistema cristallino esagonale.

L’acquamarina è nelle rocce di granito e di pegmatite, ma anche nelle rocce metamorfiche o nei sedimenti negli alvei fluviali. I principali giacimenti si trovano in Brasile, Messico, India, Birmania, Irlanda, Australia, Kenya, Pakistan, Afghanistan, Zimbabwe, Stati Uniti e Russia. Per quanto riguarda l’acquamarina più grande rinvenuta fino a oggi, il luogo del ritrovamento è Marambaia, in Brasile. Questa pietra di 110,5 kg è stata trovata nel 1910. In gioielleria l’acquamarina, che significa “acqua del mare”, viene lavorata così da raggiungere tagli pregiati. Il suo costo può essere piuttosto alto. Proprio per il suo valore commerciale sono tanti i tentativi di imitazione usando altre pietre o vetri colorati.

Dove comprare l’acquamarina

Fate attenzione quando acquistare l’acquamarina perché spesso viene riscaldata e non è buona per la cristalloterapia. Altre volte invece i commercianti scorretti la sostituiscono con il topazio  o con il vetro. Il mio consiglio è quello di acquistare l’acquamarina da un venditore di fiducia. Altrimenti potete dare un’occhiata su siti come Amazon o Sorgente Natura.