Malachite: proprietà, usi e combinazioni in cristalloterapia

La malachite è tra le pietre più conosciute. Appare spesso all’interno delle leggende dei vari popoli. Rappresenta la seduzione, la bellezza e il senso estetico. Difficilmente non era sacra a una qualche divinità femminile. Lo è stato per Iside per esempio, la più importante Dea egiziana. Anche per Persefone, Dea greca della primavera.

Possiede tante proprietà interessanti. Una delle più note è quella di assorbire le radiazioni elettromagnetiche. A livello fisico per esempio regola il ciclo mestruale.

Proprietà della malachite in cristalloterapia

La malachite è per molti simbolo rigenerativo, perché il suo bellissimo verde ricorda la bellezza della natura. Come tante altre pietre, per esempio la tormalina nera e la shungite, è nota alla maggior parte delle persone per la sua capacità di assorbire le radiazioni elettromagnetiche. Assorbe le energie negative dall’ambiente. E’ famosa anche per superare la paura di volare e protegge dai viaggi su strada. E’ considerata anche la pietra che protegge durante gli incidenti di lavoro nelle miniere.

Corpo

Utile soprattutto per le donne. Regola il ciclo mestruale e riduce i dolori. Allevia i dolori del travaglio. Protegge gli organi sessuali femminili. Da alcuni cristalloterapeuti è consigliata anche contro i problemi renali, calcoli biliari, artrosi e problemi di memoria, in particolar modo quelli a breve termine. Vi aiuta anche a memorizzare i prima i nomi.

In cristalloterapia viene usata per effettuare trattamenti fisici atti a regolare la pressione sanguigna, ridurre il problema delle vertigini e del mal di auto. Aiuta nel caso delle fratture e delle articolazioni gonfie. Rafforza il sistema immunitario e può essere usato per espellere le tossine.

Mente

Ogni tanto è difficile adattarsi a una situazione, comprendere i perché di un evento o di un concetto. Bene, la malachite vi aiuta in questo. Ad elaborare in modo più veloce le informazioni importanti, farle vostre e saperle poi usare o comunque assimilare. Vi rende più consapevoli delle cose, ma anche di voi stessi.

Usatela se avete bisogno di prendere decisioni rapidamente e non avete tempo di barcollare nell’indecisione e nel dubbio. Vi rende più acuti quando c’è da osservare qualcosa che sta accadendo. Potete cogliere prima i dettagli. Stimola la vostra capacità critica, così da saper giudicare in modo molto più realistico fatti, rapporti e persone.

Spirito

Simbolo di trasformazione, vi aiuta nella vostra crescita spirituale. Il fatto che alcune volte le sue forme ricordino quella degli occhi, l’ha resa nota come la pietra capace di donare visioni, soprattutto quando il pericolo è vicino. Lavora sul sesto chakra, quindi il terzo occhio, per promuovere la visione.

Da un punto di vista spirituale i suoi benefici sono fantastici. Vi supporta durante la vostra evoluzione interiore, perfetta per radicarvi alla terra. Usatelo durante i processi di purificazione, riflette il vostro subconscio.

Nei trattamenti di cristalloterapia viene usata come pietra assorbente, adatta anche per rimuovere le energie negative che possono provocare localmente sintomi fisici.

Emozioni

La malachite vi aiuta ad affrontare i cambiamenti, assumendovi anche i rischi delle proprie scelte. Se soffrite di problemi psicosomatici vi aiuta ad arrivare alle origini del problema. Potete individuare gli schemi mentali logori. Utile per voi se siete talmente timidi da non saper mai esprimere i sentimenti che provate ma soprattutto, avete anche paura di essere notati (cercate infatti di non indossare o fare niente che possa mettervi al centro dell’attenzione). Vi aiuta a stringere nuove amicizie e diventare più empatici.

Se siete persone molto ansiose e vi lasciate facilmente prendere dal panico davanti al minimo problema (o il pensiero di doverne affrontare uno), la malachite può far a caso vostro. Lo stesso discorso vale se tendete a fasciarvi la testa prima di esservela rotta. Questo vostro essere particolarmente ansiosi spesso vi porta a cercare anche molte rassicurazioni e non è improbabile che cadiate nella tentazione di legarvi a qualcuno più per un bisogno di sicurezza che per sentimento vero.

La malachite lavora con il chakra del cuore. Controlla quindi i sentimenti, sia quelli a cui vi attaccate in modo spesso troppo eccessivo, sia quelli ai quali invece cercate di resistere. Grazie a lui possiamo bilanciarci, comprendere meglio una relazione. Aiuta a rimuovere i blocchi energetici del chakra del cuore, a comprendere che i sentimenti evolvono e non restano sempre gli stessi.

malachite proprietà

Come si usa la malachite

  • Indossarlo: potete indossarla, l’ideale è come collana. In questo modo ne sfruttate le proprietà sia a livello spirituale che mentale.
  • Posizionarlo: potete posizionarla vicino alla televisione, il microonde o il computer per assorbirne le radiazioni elettromagnetiche.
  • Meditarci: potete meditare con la malachite ma non dovreste tenerla a lungo in mano, perciò è meglio tenerla vicino oppure indossarla come collana.  Vi rende molto più consapevoli.

Non usatela per realizzare elisir visto che contiene rame e, in base alle quantità presenti e il tipo di acqua, può rilasciarne quantità elevate. Il rame è tossico se assunto in quantità non appropriate. Perciò gli elisir fatti in casa con la malachite non vanno bene.

Come pulirla

Essendo la malachite una pietra molto delicata, deve essere pulita con cura. Va bene un panno morbido per togliere la polvere, sono da evitare assolutamente quelli ruvidi. Potete lavarla con acqua tiepida ma non indossatela e non fatela entrare in contatto con saponi acidi, acqua calda, prodotti e detergenti chimici. Asciugatela subito dopo il lavaggio per evitare di danneggiarla.

Essendo particolarmente sensibile non andrebbe indossata come anello, più che altro per il rischio di rovinarla se la urtate inavvertitamente.

Combinazioni con altre pietre

Potete usare la malachite insieme al turchese, la tormalina nera o la shungite per contrastare le radiazioni elettromagnetiche. Con il turchese anche per la paura di volare. Per i problemi di memoria accostatela all’ematite. Per i benefici detossinanti con l’agata muschiata.

Benefici in pillole

  • Utile contro i dolori mestruali, li regolarizza.
  • Protegge dalle radiazioni elettromagnetiche
  • Aiuta a superare la paura di volare
  • Protegge durante i viaggi stradali
  • Riduce i dolori del travaglio
  • Rafforza la memoria
  • Promuove il cambiamento
  • Aiuta a capire quali sono le cause delle malattie psicosomatiche
  • Usatela per superare gli stati pesanti di timidezza, la paura di essere notati ed esposti
  • Combatte gli stati ansiosi e quelli depressivi
  • Vi aiuta a capire se state coltivando una relazione per bisogno piuttosto che per amore

Leggende, credenze e storia della malachite

Sono due le ipotesi sulle origini del nome . Da una parte c’è la parola greca malache che vuol dire “foglie di malva”. Dall’altra malakos, che significa “morbido”.

La malachite è una pietra nota in gioielleria. I suoi bei colori infatti la rendono particolarmente apprezzata. Purtroppo essendo scarsamente dura, i monili e i gioielli in malachite tendono a rovinarsi molto facilmente. Sono tante invece le credenze legate a questa pietra. Spesso la troviamo nominata all’interno delle leggende e delle saghe.

In antichità era ritenuta capace di proteggere i bambini dagli spiriti maligni. Per questo veniva attaccata alla culla del neonato. Favoriva al piccolo anche sogni tranquilli. In Germania credevano che, come il turchese, la malachite potesse difendere la persona dalla caduta.

Come amuleto protettivo riportava spesso incisa l’immagine del sole. Si dice che proteggesse dagli spiriti maligni, gli incantesimi e anche l’attacco di creature velenose. In Italia era usata spesso per proteggersi dal malocchio.

Negli Urali era associata alla Signora della montagna del Rame, Dea che portava equilibrio ma per questo fortemente contraddittoria. Delle volte portava fortuna, altre sfortuna.

Durante il Medioevo erano note le sue proprietà benefiche nei confronti delle donne, come il fatto di alleviare i dolori mestruali e rendere più facile il parto. E’ nota infatti come la pietra delle ostetriche. 

E’ stata sacra in particolar modo a tre divinità femminili. Hathor, dea egizia della gioia e della fertilità. Era la patrona dei minatori ma anche dei musicisti. Iside, la più importante divinità della mitologia egizia. Infine Persefone, dea greca della primavera.

Un po’ di mineralogia

Appartiene alla classe minerale dei carboidrati. Il suo sistema cristallino è monoclino e si forma invece attraverso il processo litogenetico secondario. Si forma nei giacimenti cupriferi dove c’è ossidazione. L’azione dell’acqua toglie alla roccia il rame, il quale reagisce e forma il carbonato di rame, prodotto noto in pittura perché permette di ottenere il pigmento verde malachite.

Tra i giacimenti più importanti troviamo quelli nello Zaire, in Zambia, in Australia, in Russia e negli Stati Uniti. In Italia il più famoso è all’Isola d’Elba.

Alcune volte è intrecciata all’azzurrite e da vita all’azzurrite-malachite. Altre volte al crisocolla e da vita alla malachite-crisocolla.

Dove comprare la malachite

Potete comprare la malachite nei negozi specializzati in cristalli, nelle fiere di artigianato e anche su internet, dove tra l’altro potete trovare dei meravigliosi ciondoli in malachite.