Azzurrite: proprietà, combinazioni e usi in cristalloterapia

proprietà dell'azzurrite
Ideale per lavorare sulle emozioni e sull'inconscio. L'azzurrite era considerata in passato curativa e veniva utilizzata dai sacerdoti per curare diverse patologie.

Come si intuisce facilmente dal nome, la pietra azzurrite appare di un colore azzurro acceso, ed è composta da carbonato di rame. Alcuni esemplari hanno un effetto più simile al vetro rispetto ad altri, e generalmente possiedono venature nere.

Agisce a livello mentale, collegata all’elemento acqua governa le emozioni e l’inconscio. E’ possibile usarla per esempio quando si ha bisogno di rilassarci e lasciare andare i pensieri ossessivi.

Proprietà dell’azzurrite

L’azzurrite è una pietra che concede benefici soprattutto legati al livello psico-fisico, contribuendo anche ad una liberazione dai pensieri che rallentano il processo mentale e favorendo l’apertura di nuovi orizzonti conoscitivi. E’ particolarmente indicata per far sì che i viaggi extracorporei avvengano nel modo più giusto e sicuro, ed è uno strumento perfetto per tutti coloro che, tramite la meditazione e la riflessione personale, desiderano conoscere ed esplorare le proprie vite precedenti.

Benefici per il corpo

Gli effetti benefici che questo cristallo ha sul fisico del portatore sono molteplici. Innanzitutto è una pietra molto indicata per placare i disturbi riguardanti le piccole ossa, le vertebre ed in particolare i problemi che interessano la spina dorsale, che oggigiorno è spesso compromesso da stili di vita impegnativi per il corpo umano ed abitudini non proprio corrette. In secondo luogo l’azzurrite è un’ottima pietra per chi soffre di problemi legati all’artrite (che causa infiammazioni croniche alle articolazioni) o ad alcuni organi interni quali i reni, la milza ed il fegato.

E’ molto apprezzato anche l’effetto positivo che ha in generale per i problemi legati al cervello. Sembra che possa aiutare alcune persone a gestire un po’ meglio i sintomi. L’azzurrite infatti favorisce il trasporto di ossigeno nelle vene, e fa sì che al cervello ne arrivi la quantità necessaria per un corretto funzionamento.

Per ultimo, ma non meno importante, cito la capacità di ridurre il dolore dovuto all’emicrania, che sia esso cronico oppure momentaneo, causato magari da un eccessivo carico di studio, lavoro o stress.

Riassumiamo, è utile per: problemi ossei, artrite, organi interni, problemi del cervello, migliora l’ossigenazione del sangue, riduce l’emicrania.

Benefici per lo spirito

E’ una pietra particolarmente indicata per la meditazione, perché consente il raggiungimento di una notevole elevazione spirituale, favorendo la comprensione della propria vita e di quelle precedenti a essa. In combinazione con gli effetti benefici che irrorano la mente, questa pietra riesce ad aumentare il legame tra la mente e lo spirito.

L’azzurrite aumenta la fede in chi la indossa, in questo caso vi suggerisco di indossare una collana di azzurrite. Il collegamento con le sfere divine viene rafforzato con il contatto continuo con la pietra.

Riassumiamo, è utile per: la meditazione, elevarsi spiritualmente, rafforzare legame tra mente e spirito, rafforzare la fede.

Benefici per la mente

L’energia blu scaturita da questo cristallo riesce a creare un collegamento tra la parte della mente che racchiude il subconscio con la parte cosciente, consentendo di raggiungere una verità più precisa, aumentando anche la sintonia tra mente e spirito. Grazie a questa qualità, risulta più facile raggiungere la verità anche quando una persona cerca di depistarci, riuscendo a capire e di conseguenza evitare l’inganno.

Sulla mente ha anche un effetto calmante, portando ad un abbassamento del livello di stress ed una diminuzione della confusione mentale, alleviando così stati d’ansia e di preoccupazione che possono compromettere sia le scelte più superficiali che quelle di maggiore profondità.

Riassumiamo, è utile per: raggiungere la verità, ridurre lo stress, l’ansia e le preoccupazioni.

Benefici per le emozioni

I vari effetti benefici che un cristallo ha sul corpo umano sono spesso collegati tra loro, ed anche in questo caso, la calma mentale di cui abbiamo appena parlato porta anche ad un temperamento notevole delle emozioni ed un maggiore controllo su di esse.

Una caratteristica molto apprezzata dell’azzurrite è la capacità di far comprendere meglio quali sono le cause che provocano determinate paure e fobie, aumentando così la consapevolezza e permettendo di combatterle. Inoltre l’azzurrite aiuta ad aumentare la propria autostima, eliminando i complessi di inferiorità ed aumentando la forza interiore per superare atti bullismo.

Riassumiamo, è utile per: controllare le emozioni, conoscere le origini di paure e fobie, aumentare l’autostima, combattere il senso di inferiorità.

Azzurrite, come usarla in 4 modi diversi

  1. Per usufruire degli effetti positivi che l’azzurrite ha sul livello fisico è sufficiente portarne appresso una pietra, ma questa deve sempre essere a contatto con la pelle, altrimenti l’effetto non raggiunge l’intensità necessaria per poterne apprezzare i benefici. Vi suggerisco perciò di indossare un bracciale di azzurrite.
  2. E’ possibile utilizzare un cristallo di azzurrite come oggetto di arredamento, seguendo i principi del Feng-Shui. Se viene posizionato all’interno di una stanza in comune come il salotto, la sua presenza favorisce i dialoghi con tutti i parenti presenti. Se invece viene posta nella camera da letto, il beneficio che se ne trae riguarda un miglioramento del riposo e della riflessione personale.
  3. Garantendo il contatto con la pietra durante una fase di meditazione, la mente viene totalmente liberata dallo stress e dai pensieri superflui, mentre viene favorita la connessione con lo spirito e con la parte più profonda dell’Io.
  4. Sfregare la pietra tra le mani giornalmente per alcuni minuti consente di incanalare verso lo spirito l’energia vibrante che emette, sprigionando gli effetti benefici che ha su di esso. Può essere utilizzata anche per aprire il terzo chakra.

Come pulire, purificare e caricare l’azzurrite

L’azzurrite non dovrebbe entrare in contatto con l’acqua perché altrimenti con il tempo diventa verde. Perciò va pulita spolverandola con un pennellino se è grezza o con un panno morbido in fibra naturale se è burattata.

Per la purificazione va evitato anche l’incenso, di solito il mio metodo preferito. Va bene invece posizionata sopra una drusa di ametista oppure a contatto con l’argilla verde.

Potete caricarla con la luna o con il Reiki. E’ possibile metterla anche a contatto con la terra ma proteggendola con un tessuto in fibra naturale per evitare che assorba l’umidità.

Secondo la mia personale opinione caricare e purificazione non sono pratiche veramente necessarie per la pietra. Può essere però un rituale che fa bene per voi, per migliorare il contatto con loro. Le pietre infatti non richiedono davvero un intervento da parte nostra.

Combinazioni con altre pietre

Potete usare l’azzurrite insieme a tante altre pietre. Come la malachite e la fluorite per esempio vi aiuta a tenere lontana l’ansia. Come la morganite invece rafforza l’autostima.

Leggende, credenze e storie dell’azzurrite

Secondo alcune leggende, l’azzurrite era molto utilizzata nella città di Atlantide in quanto le veniva attribuito un vero e proprio potere curativo i cui segreti venivano studiati dai sacerdoti, gli unici che potevano maneggiare poteri di una tale entità. Anche i Greci la consideravano un potente strumento curativo per molte patologie.

Nell’antico Egitto invece veniva utilizzata dai sacerdoti i quali però gli attribuivano la capacità di elevare sé stessi verso Dio. Per usufruire di questo potere veniva estratto il pigmento dal minerale, e con esso si dipingevano l’occhio di Horus (Dio del cielo) sulla fronte.

In Cina l’azzurrite era invece chiamata la “pietra del cielo” perché era comune la credenza che essa fosse una sorta di chiave per le “porte del celo” che connettono il regno terreno a quello celeste.

Infine persino i Maya attribuivano particolari poteri a questo minerale, utilizzandolo per stimolare le proprie capacità psichiche e mistiche, ma anche per trasferire la conoscenza e la saggezza attraverso il solo utilizzo del pensiero.

Un po’ di mineralogia

L’azzurrite appartiene alla famiglia dei carbonati. Appartiene al sistema cristallino monoclino. E’ un carbonato di rame basico e si può trovare all’interno dei giacimenti cupriferi. E’ caratterizzato da uno scarso contenuto di acqua a differenza della malachite che invece ne possiede molta.

L’azzurrite in passato è stata fondamentale. In epoca medievale infatti veniva usato per realizzare il pigmento di colore blu. Un ottimo sostituto al blu oltremare, senza dubbio molto più costoso. Non era però adatto agli affreschi ma all’inizio questo non era noto ai pittori che invece lo usavano. Negli anni iniziava a polverizzarsi e cadere, mostrando il colore di preparazione sottostante.

Dove comprare l’azzurrite

Potete trovare l’azzurrite nei negozi di pietre oppure online. Su Amazon per esempio trovo interessante questa pietra grezza di azzurrite e anche questo bracciale, adatto sia per gli uomini che per le donne.

Photo credit: Ekaterina Kriminskaya da www.123rf.com

Share on facebook
Share on twitter
Share on email
Share on print

Le guide di I miei Cristalli