Celestina: proprietà, benefici, corrispondenze e usi in cristalloterapia

Celestina o celestite, una pietra dalle incredibili proprietà spirituali ma non per questo meno importante per lavorare sul corpo!
proprietà della celestina

La celestina o celestite è una delle pietre più potenti quando si parla di connettersi ai regni spirituali. Eleva lo spirito di chi la usa. Il colore è azzurro tenue per questo motivo si collega bene sia al settimo chakra che al quinto chakra. Va usata quando per esempio si ha bisogno di lavorare sull’aura oppure di sperimentare la sensazione di pace. Ha molte proprietà che possono essere sfruttate in cristalloterapia, attraverso una serie di usi davvero interessanti.

Proprietà della celestina

La celestina è una pietra particolarmente indicata per tutti coloro che in questo particolare periodo della vita sentono più che mai il bisogno di sperimentare un senso di pace e di elevazione spirituale. Un po’ come quando si guarda il cielo con le sue bellissime sfumature azzurre che ci rapiscono e ci fanno cadere in una sorta di meditazione, lo stesso accade con l’azzurro della celestite.

La pietra celestina è un potente attivatore del Chakra della gola e del Chakra della corona, oltre a stimolare lo spirito e favorire una connessione con i regni superiori. In particolare la Celestina è fortemente consigliata per connettersi con il regno degli angeli, con i propri angeli custodi e con gli spiriti che fungono da guida nel nostro percorso di vita.

Questa pietra è molto amata anche da coloro che necessitano spesso di mitigare il caos della mente o calmare le proprie paure, dato che grazie alle vibrazioni ad alta frequenza che si propagano in ogni direzione, emette un’energia morbida e positiva.

Queste chiaramente non sono le uniche qualità della celestina, infatti questo bellissimo cristallo stimola le capacità intuitive, favorisce il richiamo dei sogni lucidi e i viaggi extracorporei, infine sostiene sia la fortuna che la speranza, fino ad incoraggiare la ricerca della purezza nel proprio cuore.

Benefici per il corpo

In generale la Celestina emette energia calmante e rilassante che aiuta a combattere contro alcuni stati negativi comuni del corpo umano. Questo si ripercuote anche sul corpo permettendo così di alleviare i dolori fisici, specialmente quelli che riguardano gli occhi, la gola e le orecchie. In questo caso suggerisco di prendere una bella celestite grezza di medie dimensioni da posizionare direttamente sulla zona interessata.

Non solo allontana il dolore ma lo trasforma in emozioni ed energie positive che possono essere usate per i propri progetti e indirizzate nel modo giusto.

La celestina ha ulteriori proprietà interessanti a livello fisico. Come spiego dopo nel paragrafo dedicato si tratta di un solfato e in quanto tale è piuttosto utile quando si parla di infezioni. Non solo quelle della pelle ma anche dell’intestino. La celestina in questo senso può essere usata in combinazione con il cristallo di rocca per superare le infezioni che hanno come primo sintomo lo stato febbrile.

Riassumendo, è utile per: calmare, rilassare, ridurre i dolori fisici, combattere le infezioni, allontanare la febbre.

Benefici per lo spirito

Una caratteristica molto potente della celestina è la capacità di creare un collegamento tra il proprio spirito ed il mondo celeste, in particolar modo con il regno angelico, richiamando da esso la protezione degli angeli custodi ed espandendo le proprie conoscenze ricevendo la saggezza direttamente dalla Sorgente Divina che risiede nei regni superiori.

Questo forte collegamento con il Divino fa sì che il portatore sia travolto da un grande senso di pace, che stimola la convivenza fianco a fianco con il prossimo ricercando la perfetta armonia, sia con l’umanità che con il resto del creato. Infine questo cristallo funge da faro illuminando quelli che sono gli interventi Divini nella nostra vita, aiutandoci a prenderne coscienza.

Riassumendo, è utile per: collegamento con lo spirito, il regno angelico e gli spiriti guida. Senso di pace, armonia con il prossimo, prendere coscienza delle cose.

Benefici per la mente

Il più grande beneficio che questo cristallo fornisce in relazione all’aspetto mentale di un individuo, è sicuramente la capacità di placare il continuo ed eccessivo avvicendarsi dei pensieri nella mente, che altrimenti porterebbero a situazioni di squilibrio, di angoscia e ad un senso di incompletezza con conseguenze negative direttamente riscontrabili nelle nostre azioni.

Come già accennato, la mente trae benefici anche nell’ambito della conoscenza, grazie al collegamento che si instaura con il regno Divino ed alla conseguente influenza della saggezza proveniente dalla Sorgente Divina.

Riassumendo, è utile per: combattere lo squilibrio e l’angoscia.

Benefici per le emozioni

Visto il senso di calma che infonde nel corpo di chi la detiene, la Celestina riesce ad equilibrare anche molti aspetti legati alle emozioni. Essa riesce appunto a mitigare quelle eccessivamente travolgenti, placare le sensazioni di angoscia che ricorrono quando le cose diventano troppo pesanti da sopportare.

Grazie a questa pietra è più facile restare calmi e “fermi” anche se sottoposti a situazioni che normalmente scombinerebbero le nostre emozioni, collegarsi ad un obiettivo superiore e ricevere l’energia riparatrice per uscirne sempre nel migliore dei modi.

La speranza e l’ottimismo sono quindi due stati d’animo positivi che conseguono dagli effetti appena elencati. Inoltre portare appresso una pietra di Celestina potrebbe essere una cura per tutti coloro che sono spesso pervasi da tristezza, dolore e disperazione, ed aiuta a migliorare i rapporti col prossimo ricercando sempre una soluzione pacifica e funzionale.

Riassumendo, è utile per: riduce l’angoscia, rende calmi e fermi nelle emozioni, dona speranza, ottimismo e animo positivo. Aiuta a superare la tristezza e il dolore, migliora i rapporti con gli altri.

Celestina, come usarla in 5 modi diversi

  1. Utilizzando la celestina come bracciale o pendaglio, si usufruisce degli effetti benefici che riguardano in particolar modo lo spirito, sempre che la pietra sia a stretto contatto con la pelle in modo continuativo.
  2. Posizionando alcune pietre di celestina grezza in una zona fortemente contaminata da energia negativa, questa sparirà lasciando il posto ad una tanto morbida quanto potente energia positiva, infondendo un senso di calma e tranquillità a chi occupa gli spazi circostanti. Solitamente viene usata in questo modo all’interno della camera da letto o nell’ambiente di lavoro.
  3. Per infondere gli effetti benefici relativi al fisico, è sufficiente poggiare la pietra giornalmente direttamente sull’area interessata per un lasso di tempo non inferiore ai 30 minuti. Essendo legata al Chakra della gola, la celestina o celestite è particolarmente indicata per questa zona del corpo.
  4. Una parte del minerale può essere portata con sé sotto varie forme in qualità di talismano, da stringere tra le mani nel momento del bisogno, da un semplice nervosismo nel rapportarsi con persone sconosciute ad un vero e proprio attacco di panico in un ambiente molto popolato. Un bambino che trasporta con sé un talismano di celestina sarà sempre in collegamento con il proprio angelo custode, affinché si senta sempre protetto e mai in solitudine.
  5. Come gioiello, incastonata in orecchini, pendagli o braccialetti, è ottima per stimolare la creatività ed il fluire di idee agli artisti di vario tipo e musicisti.

Come caricarla

Ritengo che le pietre non hanno bisogno di essere caricate. Chi sente però che con questo gesto riesce ad avere un miglior contatto con loro, nel caso della celestina consiglio senza dubbio di procedere con l’esposizione ai raggi lunari, essendo lei una pietra molto spirituale e “delicata d’animo”. Altrimenti è possibile posizionare la celestina su una drusa di ametista.

Come purificarla

Il discorso è sempre lo stesso. Non c’è bisogno di purificare le pietre. Però a chi piace questa forma ritualistica perché così la sente più vicina a se, suggerisco di prendere in considerazione la purificazione attraverso incenso.

Come pulirla

La pietra celestite può tranquillamente essere pulita con l’acqua corrente. Quando è polverosa, se la pietra è grezza e perciò con un panno si spolvera male, è possibile usare un pennellino asciutto.

Combinazioni con altre pietre

La celestina, proprio come la corniola e l’avventurina verde, è un eccellente portafortuna. Come la labradorite invece va a rafforzare l’intuito, è possibile quindi usarle per lavorare insieme in alcune circostanze. La labradorite ha un’energia un po’ più forte e perciò suggerisco di usarle insieme sono in piccole “dosi”. Come il calcedonio promuove il collegamento con i regni superiori.

Leggende, credenze e storia della Celestina

Questo minerale è apparso per la prima volta intorno al 1790. Il nome deriva dalla parola latina “caelestis”, che intuitivamente significa “celeste”, ed è strettamente legato al colore tipico della pietra, anche se ne esistono campioni di diverse colorazioni e gradazioni di blu (seppur rari, ne esistono dei campioni anche di colore rosso, giallo ed arancione).

Secondo alcune leggende, la Celestina è una Pietra del Cielo, proveniente dal regno degli angeli che la hanno generata grazie ad i loro canti e le loro capacita corali.

Per la mitologia antica invece, queste pietre facevano parte di un insieme di stelle, ed era comune la credenza che fossero portatrici della saggezza celeste.

Un po’ di minerologia

La celestina o celestite è un minerale di solfato di stronzio. Si può trovare in forme compatte e massicce oppure fibriose. Alcune volte riveste i geodi. E’ una pietra molto morbida ed è bene prestare attenzione durante l’uso in cristalloterapia. Non ci presta molto bene alla realizzazione di gioielli ma comunque qualcosa è possibile trovare. Si trova nei terreni sedimentari ma la sua origine può essere anche idrotermale.

Dove si compra la celestina

Potete trovare la celestite nei negozi etnici o che vendono pietre, altrimenti sul caro e vecchio Amazon che ci propone sempre molti articoli interessanti. Considerate che nella foto pubblicata all’inizio dell’articolo la celestina è un po’ più scura, probabilmente per via della luce o dei filtri usati. La celestina è di un azzurro solitamente più pallido e spesso tendente al grigiastro, come questa.

Photo credit: Bohuslav Jelen da www.123rf.com

Facebook
Google+
Twitter
Email
Print

Iscriviti alla newsletter!

Iscriviti e ricevi l’ebook gratuito e tante informazioni utili per usare meglio le pietre!

Per confrontarti con gli altri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.