Geodi in cristalloterapia, cosa sono e come utilizzarli

Il geode richiama alla forma dell'utero e alle energie femminili. Scopri come utilizzarlo.

Il geode viene ampiamente utilizzato in cristalloterapia. La sua forma richiama quella della caverna ed è infatti collegato alla simbologia della Madre Terra. Puoi utilizzarlo per la meditazione dell’utero, la quale ti consente di collegarti alle tue energie femminili e ristabilire il giusto contatto con la tua spiritualità.

Puoi usare il geode in meditazione anche se sei uomo. È vero che è collegato alle energie femminili, ma i benefici che ottieni meditandoci insieme sono talmente tanti che abbracciano tutti. Per esempio è una forma molto utile se vuoi equilibrare il tuo primo chakra.

Un geode puoi usarlo anche per donare energia ad altre pietre, lasciandole semplicemente riposare al suo interno. Dipende da quanto è grande la pietra, puoi farne un utilizzo piuttosto che un altro.

A livello simbolico, il geode rappresenta la caverna. Un significato semplice ma importante. Ricorda infatti il ventre, la cavità uterina, la Madre che accoglie, ma anche il ciclo di vita, morte e rinascita nel quale tutti noi siamo inseriti. Il geode è la pietra adatta per chi vuole portare fertilità nella propria vita, sia da un punto di vista fisico, spirituale o mentale.

Come usare il geode in cristalloterapia

Il geode cambia le sue proprietà in base al cristallo che ospita nella sua cavità. Un geode di ametista quindi ha le proprietà dell’ametista, quello di cristallo di rocca del cristallo di rocca. Possiede però delle caratteristiche uniche e tutte sue, per esempio ti consiglio di usarlo in cristalloterapia se vuoi aumentare la tua fertilità. Se desideri rimanere incinta per esempio, ma anche se vuoi lavorare durante la gravidanza su di te e sul tuo sacro ruolo di Madre.

Usa il geode se desideri coltivare il tuo giardino spirituale interiore, oppure se sei alla ricerca di nuove idee creative da portare nella tua vita. Grazie a questo tipo di pietra cava, impari a essere più indipendente. Non significa vivere in solitudine ma vivere bene con gli altri, senza però dipendere da loro ne dal punto di vista fisico ne mentale.

Oltre a tutte queste interessanti proprietà, il geode ti è di aiuto se devi analizzare una situazione anche da punti di vista diversi dal tuo.

Come dicevo però, può anche essere utilizzata come pietra di supporto per donare energia alle altre pietre. Puoi infatti caricarci altri cristalli se la ritieni una pratica utile. In questo caso però ti occorre un geode abbastanza grande da poter contenere almeno una pietra. Se vuoi invece usare il geode per un lavoro su di te, vanno bene anche le piccole collane di geode.

Cos’è un geode

Parliamo adesso del geode da un punto di vista mineralogico. Si tratta di una roccia magmatica (nata dalla solidificazione dei magmi) dove nel suo interno cavo si è formata una parete coperta di cristallo. Ciò che permette a queste formazioni cristalline di esistere è sia la temperatura abbastanza alta (può variare da 50 a 850°C), sia la composizione chimica che il raffreddamento non omogeneo delle masse di lava. Così facendo, i minerali si dispongono in modo ordinato. Meno viscoso è il liquido, più lunga può essere la forma del geode.

I geodi più comuni che puoi trovare in commercio sono quelli di cristallo di rocca, di ametista e di quarzo fumé.

Share on facebook
Share on twitter
Share on email
Share on print
Ciao, Sono Claudia!

Ciao, Sono Claudia!

I miei cristalli è uno spazio di condivisione, trovi tanti articoli utili per aumentare le conoscenze nel campo delle pietre e capire come possono esserti utili per l'equilibrio personale e della casa.

Vuoi collaborare con me?

Il mio ebook