Pietre dei chakra: elenco completo e come usarle

pietre collegate ai sette chakra
Le pietre dei sette chakra, quali sono e come utilizzarle per equilibrare i centri energetici.

Grazie alle energie delle pietre potete lavorare sui sette chakra e armonizzarli. Non basta indossare un ciondolo o un anello con i cristalli dai colori giusti per ottenere benefici. Con l’articolo di oggi voglio infatti aiutarvi a scegliere i gioielli che possono darvi un supporto, ma soprattutto quali sono le sette pietre associate ai chakra che fanno al caso vostro per gli auto trattamenti di cristalloterapia.

Non posso esaurire l’argomento chakra con un articolo, perciò ho deciso di darvi brevi informazioni su ogni centro energetico ed elencarvi quali sono le pietre collegate. I cristalli possono effettivamente aiutarvi ad armonizzare i sette principali centri energetici del corpo grazie alle loro vibrazioni.

Come è ormai risaputo ogni cosa possiede un proprio campo energetico. Le pietre non sono da meno. Spiegato banalmente, quando entrano in contatto con la nostra aura e i centri energetici, vi è uno scambio di informazioni. Chiaramente per comprendere tutto questo è necessario abbandonare la visione materialistica della vita e abbracciare quella spirituale.

Alla base di tutto questo c’è comunque la cromoterapia. Ogni chakra ha una luce e lo stesso vale per i cristalli. Per fare un trattamento che vi porti reali benefici dovete utilizzare le pietre giuste in base alle vostre esigenze.

Cristalloterapia e chakra: l’elenco completo delle pietre associate

I chakra sono i centri energetici del nostro corpo. I principali sono sette e sono disposti lungo la colonna vertebrale. Ognuno di essi è collegato ad alcuni aspetti fisici, mentali e spirituali. A causa di alcuni blocchi energetici non funzionano come dovrebbero e le conseguenze negative si ripercuotono anche sul corpo. Le pietre sono uno strumento molto valido per lavorare sui chakra e armonizzarli, così da ottenere benefici anche sul piano fisico.

Pietre primo chakra

Muladhara è il primo chakra, noto anche come chakra della radice, è posizionato tra pube e coccige. Governa l’istinto di sopravvivenza ma anche il nostro lato istintuale. Collega alle radici terrene e spirituali. Quando vi sentite apatici e nessuno stimolo vi risulta invitante, probabilmente è bloccato e deve essere equilibrato. Le pietre collegate a Muladhara sono quelle rosse e nere, in particolar modo il diaspro rosso.

Scopri l’ebook: equilibra Muladhara con le pietre

Equilibra il tuo primo chakra grazie ai 14 cristalli collegati. È giusto per te se vuoi recuperare il tuo istinto, migliorare il rapporto con la tua famiglia e sbloccarti dal punto di vista economico. 

Equilibra Muladhara con le pietre è composto da 19 capitoli e ti portano ad affrontare passo dopo passo i blocchi e gli stati d’iperattività del tuo chakra della radice.

Pietre corrispondenti al chakra della radice: diaspro rosso, agata rossaematite, onice nera, rubino, corniola rossaossidiana neraossidiana fiocco di neve.

Pietre secondo chakra

Svadhistana è il secondo chakra, conosciuto anche come chakra splenico. Si trova immediatamente sopra la zona pubica. Rappresenta la gioia di vivere, il piacere e le emozioni in generale. La sessualità non è più vista solo come un atto riproduttivo maanche come fonte del massimo piacere. Significa anche provare piacere nel socializzare, mantenere rapporti buoni e sani con gli altri. La principale pietra collegata è la corniola purché arancione.

Pietre corrispondenti al chakra Svadhistanaagata di fuoco, corniola, opale di fuoco, calcedonio rosso.

Pietre terzo chakra

Manipura è il terzo chakra, conosciuto anche come plesso solare. Si trova poco sotto l’ombelico e il colore dominante è il giallo. Rappresenta il potere e l’affermazione personale, è la sede dell’ego e governa il nostro intuito. Qui si annidano le nostre emozioni represse e le paure.

Pietre corrispondenti al plesso solare: ambra, crisoberillo, calcedonio giallo, occhio di tigrequarzo citrino, agata gialla, berillo dorato, calcite gialla, pirite.

Pietre quarto chakra

Anahata è il quarto chakra, conosciuto anche come chakra del cuore. Si trova proprio all’altezza del cuore e il suo colore è il verde. È il centro dei sentimenti, dell’amore ma anche dell’ascolto. Lavorandoci però, portate anche equilibrio e consapevolezza nella vostra vita. L’amore non è inteso solo come sentimento verso gli altri, ma anche noi stessi. La principale pietra collegata è il quarzo rosa, ma non è l’unica.

Pietre corrispondenti al chakra del cuore: avventurina verde, calcedonio rosa, agata verde, agata rosa, amazzonite, calcedonio ramato, crisocolla, crisoprasio, calcite rosa, calcite verde.

Pietre quinto chakra

Vishuddha è il quinto chakra, conosciuto anche come centro della gola. Si trova nella seconda metà del collo, all’altezza delle clavicole. Il suo colore è l’azzurro. Il quinto chakra governa la capacità di comunicare, quando ci sono problemi da questo punto di vista infatti, è possibile intervenire su Vishuddha. E’ il centro della percezione estetica, della creatività, ma anche della connessione con altri piani della realtà. Il calcedonio azzurro è la principale pietra collegata.

Pietre corrispondenti al chakra della golalapislazzuli, amazzonite, acquamarina, agata blu, calcite blu, calcedonio blu, crisocolla, celestina, opale, turchese, zaffiro e sodalite.

 Pietre sesto chakra

Ajna è il sesto chakra, conosciuto anche come terzo occhio. Si trova tra le sopracciglia e qui confluiscono le tre nadi (Ida, Pingala e Sushumna). E’ il centro energetico del sesto senso, della realtà che va oltre la materia. E’ uno dei due chakra più spirituali in assoluto. Regola il funzionamento dell’ipofisi, ma anche la concentrazione e le idee. La pietra per eccellenza collegata al sesto chakra è l’ametista.

Pietre corrispondenti al chakra del terzo occhio: ametista, fluorite, labradorite, moldavite, zircone, zaffiro, opale, sodalite, tanzanite, morganite, ametrino.

Pietre settimo chakra

Concludiamo con Sahasrara, il settimo chakra o chakra della corona. È il nostro centro più spirituale, quello della consapevolezza più alta. È la frequenza più spirituale, allarga il nostro campo di visione ad altri mondi. Ci collega all’energia universale, a Dio. La pietra maggiormente legata a Sahasrara è il cristallo di rocca ma potete usarne anche altre.

Pietre corrispondenti al chakra della corona: ametista, calcite trasparente, diamante, fluorite, labradorite, pietra di luna.

Come usare le pietre sui sette chakra

Io vi consiglio di comprare un kit di pietre già pronto oppure, scegliere una per una le pietre che secondo voi fanno a caso vostro per l’armonizzazione di uno o più chakra. Dovete prendere la pietra e collocarla sul chakra di vostro interesse. Potete fare il trattamento da distesi. Chiudete gli occhi, concentratevi sul vostro respiro e visualizzate l’energia della pietra sul chakra. E’ lei poi a fare tutto il lavoro.

In più potete utilizzare collane, bracciali e anelli pensati proprio per armonizzare i centri energetici. Sono gioielli con incastonate sette pietre, una per ogni chakra.

Scopri anche il: Kit di pietre per la cristalloterapia sui chakra

Credit Photo: Nicola Zalewski

Share on facebook
Share on twitter
Share on email
Share on print

2 pensieri su “Pietre dei chakra: elenco completo e come usarle

  1. Buona sera volevo chiedere x quanto tempo bisogna tenere la pietra sul Settimo shakra ho una ametista e soffro tanto di ansia ed extrasistole , grazie in anticipo se mi risponderete

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ciao, Sono Claudia!

Ciao, Sono Claudia!

I miei cristalli è uno spazio di condivisione, trovi tanti articoli utili per aumentare le conoscenze nel campo delle pietre e capire come possono esserti utili per l'equilibrio personale e della casa.

Vuoi collaborare con me?

Il mio ebook