Pietre per Halloween, scegli la tua portafortuna!

Ogni festa ha le sue tradizioni, anche quando si parla di pietre. Oggi scopriamo quelle di Halloween.

Ad Halloween puoi sfruttare l’energia e le vibrazioni di diverse pietre, ritenute in sintonia con questo particolare periodo dell’anno. Il 31 ottobre è tempo di dolcetto e scherzetto ma per molte persone non è solo questo. E’ un giorno da dedicare all’introspezione e all’auto analisi, per riconoscere il vero dal falso che popola la nostra vita. Quali alleate migliori delle pietre allora?

Halloween, una festa da guardare sotto la maschera

Oggi Halloween, un tempo Samahin, per gli antenati era la festa più importante dell’anno e un momento per confrontarsi con il mistero della mente. Era un buon momento per scrutare nell’anima e riflettere sul dolore. In questa notte un po’ magica e stregata si alza il velo che separa i mondi, ed ecco che c’è l’usanza di mascherarsi. Follettini, fantasmini e streghette popolano le nostre strade.

Senza inoltrarmi troppo nella storia di Halloween e cos’era prima, sappiate che il 31 ottobre potete dedicare una piccola parte della vostra giornata a ricordare i vostri cari defunti. E se volete rifarvi per un attimo alle vecchie tradizioni, perché non mettere le zucche intagliate vicino alle finestre? Ma forse lo fate già, usanze belle come queste non si perdono ma spesso se ne dimentica il significato. Lo scopo (simbolico s’intente) era quello di tenere lontani gli spiriti da casa.

Pietre per Halloween

  • Ossidiana nera: conosicuta anche come la guerriera della verità. E’ la pietra perfetta per affrontare le vostre ombre. Usatela per proteggervi dalle influenze negative e perché no (rimaniamo in tema, dai), dagli spiriti maligni.
  • Ossidiana fiocco di neve:  utilizzatela per riuscire a mantenervi focalizzati in voi, su ciò che state vivendo e sull’importanza di questa festa. Allo stesso tempo ti permette di lavorare proprio sulle paure e i dolori del passato.
  • Onice nera: Ecco un’altra pietra profondamente introspettiva, che ci costringe a guardare “in viso” le nostre ombre. Connette con i mondi sotterranei e la psiche.
  • Corniola: secondo gli egizi è il simbolo della vita ed è la pietra che accompagna il defunto nell’aldilà. Mantiene focalizzati sul presente.
Share on facebook
Share on twitter
Share on email
Share on print