Cristallo di rocca: proprietà, combinazioni e usi in cristalloterapia

Il cristallo di rocca quarzo ialino può essere più o meno puro. Va da una trasparenza totale alla presenza di numerose inclusioni che rendono questa pietra torbida. Più è puro e più il suo costo è elevato. Abbiamo davanti una delle pietre più utilizzate in cristalloterapia, utile per lavorare sul settimo chakra e su tutti quanti gli strati dell’aura. Gli aborigeni australiani usavano il quarzo ialino per potenziare i propri poteri, oggi invece viene utilizzata soprattutto in meditazione per ottenere una maggior consapevolezza spirituale.

Se siete interessati a lavorare con il cristallo di rocca, sappiate che si tratta di una pietra si molto comune, ma allo stesso tempo davvero tanto potente. Potete ottenere benefici straordinari da lei. Continuate a leggere per scoprire le proprietà e come si usa!

Proprietà del quarzo ialino

Le proprietà del cristallo di rocca sono note da tanto. Sin da quando veniva ritenuto prima ghiaccio e dopo comunissimo vetro. I Maya usavano il cristallo di rocca per potenziare i loro rituali, nell’Antica Cina per alleviare la sete. Gli sciamani invece, credendo che venisse dal cielo, la usavano per entrare in contatto con gli spiriti superiori. Vediamo invece quali sono gli usi principali del cristallo di rocca oggi, nel campo fisico, mentale e spirituale.

Corpo

Il cristallo di rocca viene utilizzato per abbassare la febbre. Posizionatelo sotto la pianta dei piedi, si dice che riesce a ridurre la temperatura corporea. Potete portarlo a contatto con il corpo per equilibrare la circolazione, ma anche per stimolare il funzionamento delle ghiandole endocrine e spingere il corpo a espellere le tossine. Agisce su tutta la sfera nervosa, equilibrandone le funzioni.

Personalmente utilizzo il cristallo di rocca quando ho un po’ di mal di testa, soprattutto quello che si presenta dopo diverse ore passate al computer a lavorare. Alcune volte ho avuto modo di riscontrare effetti positivi anche sul mal di denti.

Mente

Vi consiglio di usarlo quando vi sentite in una condizione di instabilità, quando vi sembra di aver perso la vostra capacità di ragionare lucidamente. Il quarzo ialino infatti lavora su tutta la sfera mentale portando equilibrio. Potete usarlo per trovare la vostra identità perduta a causa di fattori interni o esterni da voi. Fa emergere la vostra natura, stimola l’indagine introspettiva.

Con il cristallo di rocca non lavorate solo dentro voi stessi. I benefici che ottenete sono molti altri. Conoscendo meglio voi, potete comprendere meglio gli altri per esempio. Vi accorgete che indossandolo sempre, portate nella vostra vita armonia e serenità.

Spirito

A livello spirituale potete lavorarci sul settimo chakra per armonizzarlo e connettervi con i piani più alti dell’esistenza. Vi aiuta ad affrontare una profonda indagine introspettiva. Per questo vi consiglio di meditarci insieme, vedrete che bei benefici!

Nei trattamenti di cristalloterapia utilizzatela per pulire l’aura, rimuovere i blocchi e gli addensamenti energetici che vi impediscono di vivere con tranquillità. Essendo un amplificatore eccellente, usatelo quando dovete comunicare con gli spiriti guida o se volete semplicemente ottenere una chiarezza emotiva superiore.

Come si usa il cristallo di rocca

  • Indossarlo: potete tranquillamente indossarlo come collana, in questo modo ci lavorate sui chakra alti equilibrandoli ma soprattutto, portate stabilità anche nella vostra vita.
  • Posizionarlo: mettete il cristallo di rocca sotto la pianta dei piedi per abbassare la temperatura corporea oppure direttamente sulla fronte contro il mal di testa.
  • Meditarci: tenetelo tra le mani per entrare in un profondo stato meditativo.
  • Dormirci: potete dormire con questa bella pietra dentro la federa del cuscino. In pratica quando il vostro lato conscio lascia spazio all’inconscio, il quarzo ialino interviene per eliminare quegli aspetti di voi che non vi appartengono davvero.
  • Muoverlo: muovetelo nella vostra aura per rimuovere blocchi o energie negative stagnanti.

Come pulirla

Un bellissimo quarzo e in quanto tale, potete pulirlo mettendolo direttamente sotto l’acqua corrente. Potete lasciarlo immerso per alcune ore in acqua fredda. Ricordatevi di non esporlo alla luce diretta del sole.

Combinazioni con altre pietre

Potete usare il cristallo di rocca in combinazione con l’ossidiana fiocco di neve per rimuovere i blocchi energetici dall’aura. Ametista e quarzo ialino invece, possono essere usati insieme per realizzare una collana se per esempio avete bisogno di aumentare la vostra consapevolezza. Con il quarzo rosa se invece avete bisogno di trovare di nuovo la vostra identità.

Sappiate che il cristallo di rocca non può essere usato per lunghi periodi, potrebbe dare un senso di oppressione.

Benefici in pillole

  • Potete usarlo con molte altre pietre perché ne amplifica le proprietà
  • Rimuove i blocchi energetici
  • Porta armonia
  • Stimola la circolazione sanguigna
  • Dona consapevolezza
  • Riduce la febbre
  • Rende più empatici
  • Stimola le ghiandole endocrine
  • Vi aiuta a ritrovare la vostra identità
  • Combatte il mal di testa
  • Promuove la lucidità di pensiero
  • Utile in preghiera o per parlare con gli spiriti guida
  • Aiuta a buttar fuori le tossine

Leggende, credenze e storia del quarzo ialino

Il cristallo di rocca è noto da secoli per la sua capacità di mostrare il futuro, il presente e il passato di una persona. Come non ricordare la sfera di cristallo? Secondo gli aborigeni australiani era capace di potenziare i poteri. In Cina ritenevano che si trattasse di ghiaccio solidificato e pensavano che tenendone un pezzetto in bocca, era possibile placare la sete. Gli sciamani invece la chiamavano la pietra di luce perché pensavano provenisse dal cielo. Per gli antichi romani era lo spirito di uno sciamano morto che vegliava sulle anime delle persone.

Un po’ di minerologia

Come ho accennato prima, il quarzo ialino si può trovare puro o meno puro. Quando all’interno ci sono quelle forme nebulose io li definisco cristallo di rocca con i fantasmi anche se potrebbe crearsi confusione con i veri quarzi fantasmi, ai quali dedicherò un articolo a parte. Il cristallo di rocca puro o incolore, si forma nei filoni o all’interno delle druse partendo da una soluzione di acido silicico puro. Il quarzo fantasma cresce invece lentamente, in superficie. Può richiede milioni di anni per formarsi.

Il cristallo di rocca è un ossido, appartiene al gruppo dei quarzi. Si forma attraverso processo litogenetico primario e ha un sistema cristallino trigonale. Stiamo parlando del cristallo più diffuso in tutto il mondo. I maggiori giacimenti comunque si trovano in India, Messico, Russia, Canada, Brasile, Uruguay, USA e Germania.

Dove comprare il cristallo di rocca

Il quarzo ialino è una delle pietre più comuni al mondo. Reperirla è estremamente facile e soprattutto a prezzi molto abbordabili. Chiaramente se lo cercate purissimo e tagliato, il prezzo può aumentare tanto. Potete trovarla nei negozi che vendono pietre o gioielli etnici per pochi euro. Mi è capitato di comprarla spesso anche su internet, su siti come Il giardino dei libri, Sorgente Natura, Macro Librarsi e Amazon.